Il contatto con la realtà

Tag

, , , , ,

Leggere i commenti dei politici ai risultati delle elezioni regionali emiliane di domenica scorsa riporta alla mente la prima repubblica, in cui tutti vincevano sempre.

Per tacere del PD, che, pur avendo vinto, ha perso una montagna di voti, mi limito ai due che hanno cantato vittoria più degli altri.

Il MoVimento 5 Stelle, dice Grillo, ha aumentato i voti rispetto alle regionali del 2010, passando da 127.000 a 160.000 voti. Peccato che nel 2010 il movimento fosse agli inizi: se facciamo il confronto con le europee di sei mesi fa, i voti erano stati 443.000. Duecentoottantatremila elettori non si sono più fidati di Grillo.

Matteo Salvini ha detto che la Lega Nord ha quadruplicato i suoi voti in sei mesi. Se guardiamo le percentuali ha ragione, dato che il suo partito è passato dal 5,04 al 19,42 per cento. Se però guardiamo il numero di elettori, alle europee di giugno erano stati 116.000, domenica scorsa 233.000: sono raddoppiati, non quadruplicati.

Secondo me anche questo contribuisce ad allontanare gli elettori. Se i partiti sapessero guardare in faccia la realtà, anche chi vota si fiderebbe di più.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 37 follower