Il male incurabile

Tag

, ,

Lo scrittore Sebastiano Vassalli è morto, secondo la maggioranza dei giornali italiani, per un male incurabile. Dello stesso male sono morti attori, cantanti, artisti vari, uomini politici. In fondo è ovvio: se qualcuno muore di un male qualunque, quel male è incurabile, altrimenti sarebbe stato curato e non sarebbe morto.

È strana questa paura di chiamare il cancro con il suo nome e di nasconderlo invece dietro una formula indefinita che, anziché limitarne la portata, lo trasforma in un nemico subdolo e, appunto, invisibile.

Oltretutto, come diverse esperienze in famiglia mi hanno insegnato, il cancro è curabile. Chiamarlo con il suo nome forse ci permetterebbe di affrontarlo con più consapevolezza.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 40 follower