Cortesemente

Tag

Mentre faccio la fila a uno sportello, non importa quale, noto un avviso, di quelli stampati in Times New Roman su un foglio A4 e appiccicati al vetro con lo scotch, caratteristica costante di tutti gli uffici pubblici:

Presentarsi cortesemente allo sportello muniti di documento di identità

Immagino la gente che si presenta sorridendo e rivolgendosi con grande gentilezza agli addetti, mentre questi ultimi non li degnano di uno sguardo per vedere fino a dove si spingerà la loro cortesia.

Strano destino, quello di avverbi come “cortesemente” o “gentilmente”. Usati una volta per chiedere gentilmente a qualcuno di fare qualcosa, vengono ora forzati a chiedere a qualcuno di fare qualcosa in modo gentile.

Chi chiede non è più tenuto a essere gentile, ma pretende cortesia dal suo interlocutore, il quale è già di suo in una posizione subalterna.

Chissà come sarebbe stato Il castello se K fosse stato più cortese.