Il giorno dopo

Il giorno dopo lo spoglio delle schede, prendendo il caffè tra italiani all’estero, queste sono le considerazioni:

  • tornano al potere un uomo di oltre settant’anni, che nel suo mandato precedente ha pensato soprattutto a sé, un altro che non ci ha pensato due volte prima di sciogliere il proprio partito per salire sul carro del vincitore annunciato, un terzo che va per i settant’anni e che vuole dividere l’Italia;
  • chi ha incitato a prendere i fucili contro la canaglia centralista di Roma ha avuto un successo elettorale straordinario;
  • è stato premiato chi ha suggerito esami di sanità mentale per i pubblici ministeri;
  • definire eroe un mafioso condannato e prevedere fin d’ora che i libri di storia andranno riscritti (come di solito si fa nelle dittature) non ha spostato un solo voto.

L’Italia ha scelto di tornare indietro. Noi che lavoriamo all’estero possiamo decidere di lasciare una volta per sempre la nave che affonda oppure mettercela tutta per pompare l’acqua fuori dalla stiva. In questo momento penso che abbia ragione Ivan Scalfarotto (che nel 2005 si candidò alle primarie da cui uscì la candidatura di Prodi), e che sia giusto impegnarsi in tutti i modi perché i nostri colleghi europei non ci chiedano più come abbiamo potuto scegliere di nuovo gente impresentabile.

Annunci

2 pensieri su “Il giorno dopo

  1. Più che altro, c’è da chiedersi come mai siano stati scelti gli impresentabili, se l’alternativa era tanto meglio. La risposta è che neanche lì c’era da stare allegri, come peraltro dimostra la cronaca odierna. Dieci giorni prima della fine mandato, a urne già chiuse, da tre mesi in gestione provvisoria, la ministra della Salute si mette a dare linee guida sulla legge per la fecondazione assistita. Che va benissimo, e saranno linee guida straordinarie, ma non si fa. Il viceministro all’Economia mette online, a disposizione di chiunque, i redditi di tutti gli italiani (che io pensavo fossero dati riservati e custoditi dal fisco, e che la lotta all’evasione la facesse la Guardia di Finanza… invece forse la si fa sperando che ognuno vada a vedere quanto ha dichiarato il vicino di pianerottolo).
    Con gente così al governo, non stupisce che si voti qualsiasi altra cosa a disposizione.

  2. Vero. Io però mi riferivo solo al fatto che si sia scelta gente che ha già governato male per cinque anni e che ha fatto campagna elettorale senza uno straccio di idea nuova. Dall’altra parte, se non altro, Visco non era candidato. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...