Tag

, , , ,

Ieri ho avuto la fortuna di ascoltare Radio France Inter tra le 17 alle 18. Fino alle 17,45 è andata in onda un’intervista con Fabrice D’Almeida, storico, direttore dell’Institut d’histoire du temps présent. L’intervista è stata splendida e credo che chiunque, ascoltandola, avrebbe desiderato diventare storico di professione. Io, che ho sempre amato la storia, ho sentito il bisogno di tornare a studiare, a leggere, a capire gli avvenimenti passati che ci hanno portato al momento attuale.

Di seguito, la terza parte dei festeggiamenti per il compleanno numero 110, il 7 dicembre 2007, di Lazare Ponticelli (di cui si può leggere una biografia più completa in francese). Ponticelli, morto lo scorso mese di marzo, è stato l’ultimo sopravvissuto tra coloro che hanno combattuto nella prima guerra mondiale. Ascoltare la sua voce, vecchissima ma straordinariamente lucida, che rievoca gli avvenimenti della guerra, è stato per me emozionante, e al tempo stesso mi ha fatto capire quanto sia importante conservare la memoria di quello che è stato.

Grazie dunque a France Inter che ha reso possibile ascoltare di nuovo questa incredibile testimonianza. Solo per sette giorni, però.

Annunci