Tag

, , ,

Prima dice che starà zitto, e domenica sera il TG5, fedele alla linea, non cita nemmeno la notizia nei titoli di testa.

Poi, forse consigliato, si rende conto che lei gli ruberebbe la scena, quindi parla con i direttori del Corriere della Sera e La Stampa.

Poi riceve la tirata d’orecchie di Avvenire e pensa che non può perdere i voti dei cattolici. Chiama Bruno Vespa e si fa riservare la serata, disdice un appuntamento già preso con il presidente della Repubblica e va a imbonire per l’ennesima volta il suo pubblico. Titolo del programma: “Adesso parlo io”, come se in questi quindici anni avesse una volta approfittato di un’occasione per stare zitto.

Il tono del contrattacco è sempre lo stesso: menzogne, la sinistra, i giornali, tutti ce l’hanno con me, io sono un uomo di specchiata onestà. Il TG5 fa come al solito la grancassa del capo e spara la notizia al primo posto. Di cosa si parla, verrebbe da chiedere, dato che due giorni fa non avete dato la notizia del divorzio?

Nel frattempo la ormai ex moglie, che in questi anni ha subito le battute sulla sua presunta relazione con Massimo Cacciari, che ha sentito suo marito dire di avere fatto la corte al primo ministro finlandese, che l’ha visto in copertina con cinque ragazze (per dire solo di alcune occasioni pubbliche), è diventata la colpevole, che deve chiedere scusa per non avere capito che in fondo lui non fa che sacrificarsi per il bene del paese.

Se neanche questo serve ad aprire gli occhi agli italiani, siamo davvero un paese senza speranze.

Annunci