Tag

, , , , , , ,

A volte mi capita di volare con Ryanair. I prezzi sono convenienti, ma tra i costi “nascosti” ci sono cinque euro a biglietto come spese di gestione della transazione. Fino a qualche tempo fa le carte Visa Electron non pagavano questa commissione, per cui mi ero procurato una carta PostePay che usavo appositamente. Da qualche settimana, però, anche questa agevolazione è stata soppressa e adesso l’unica carta con cui non si pagano sovrapprezzi è la MasterCard ricaricabile. Ho cercato di procurarmene una e ho scelto la PayPal, fornita in Italia dalle ricevitorie Lottomatica.

Sul sito si legge che basta compilare un modulo online con i propri dati e recarsi al punto vendita Lottomaticard più vicino per ritirare immediatamente la carta. A me non è andata proprio così.

Ricevitoria n. 1
“A noi hanno detto che quando si compila il modulo bisogna anche indicare dove si va a ritirare la carta. Comunque ho il terminale guasto da qualche giorno e non posso fare niente.”

Ricevitoria n. 2
“Ah no, non ne voglio sapere niente. Ne avremo fatte una decina e ogni volta c’era qualcosa che non andava, mancava una fotocopia, i dati non erano giusti… Non le teniamo più.”

Ricevitoria n. 3
“Le ho finite, sto aspettando che me ne mandino delle altre.”

Ricevitoria n. 4
“Guardi, non mi funziona la stampante, quindi non posso stampare il contratto da firmare.”

Ricevitoria n. 5
“Non so neanche cos’è.”

Ricevitoria n. 6
“Queste cose vanno fatte fare alle banche, mica a noi. Sono cose che ci si deve sedere e leggere tutto bene, mica firmare così. Vabbè, mi dia il numero della prenotazione che vediamo. Ecco, i dati ci sono, adesso devo inserire un codice, però mi chiede dodici cifre e sulla carta ce ne sono sedici. Aspetti che chiamo Lottomatica.” Pausa, si sposta nel retro, torna: “Niente, non mi possono aiutare, mi dispiace. Ma perché non si fa la PostePay, che è così comoda?”

Ricevitoria n. 7
“Non ce l’ho, noi teniamo solo la Calibra.”

Ricevitoria n. 8
“Non ce l’ho. Sa, a volte Lottomatica tira fuori delle novità ma mica ci informa, poi la gente viene a chiedere e noi non sappiamo cosa dire.”

Ricevitoria n. 9
“Guardi che non tutte le ricevitorie sono uguali, certe hanno servizi che altre non hanno perché è una responsabilità e non tutti la vogliono prendere. Noi per esempio queste carte non le teniamo.”

Ricevitoria n. 10
“Certo, mi dia il codice che faccio tutto.”
“Un suo collega mi ha detto che a un certo punto doveva inserire un numero di dodici cifre e non riusciva. Sicuro che funziona?”
“Non bisogna inserire niente a mano, basta leggere il codice a barre.”
Da quando sono entrato nella ricevitoria a quando ne sono uscito con la carta sono passati meno di dieci minuti. In effetti la procedura è breve, come si dice sul sito. Peccato che per trovare il posto giusto si rischia di perdere un bel po’ di tempo.

Annunci