Tag

, , , , ,

Mi ero quasi dimenticato delle raccolte di figurine. Eppure, quando ero bambino ne ho fatte diverse, da quelle classiche dei calciatori a quelle sugli animali. Ne ricordo una sulle scoperte scientifiche (o sulla scienza in generale), ma ho ricordi confusi.

Ricordo invece molto bene l’acquisto delle figurine, la cerimonia dell’apertura dei pacchetti, la scorsa rapida per vedere quali erano nuove e quali doppie, poi la Coccoina per incollarle sull’album. E poi c’erano gli scambi a scuola, la litania “celo, celo celo, manca”, i giochi per vincerne altre — noi le lanciavamo verso un muro e chi arrivava più vicino al muro stesso, ma senza toccarlo, le vinceva tutte, ma c’erano altri giochi.

Me ne ero quasi dimenticato, ma ci ha pensato mio figlio a farmene ricordare di nuovo, iniziando la raccolta delle figurine Panini dei Mondiali di calcio. Quello che non è cambiato è l’odore inconfondibile che esce dalla bustina appena la si apre, un odore di stampa fresca, di quella colla che sigilla ogni bustina. Le figurine sono autoadesive, ma lo sono già da parecchio.

Quello che è cambiato è il mondo tutto intorno. Mio figlio ha portato le sue figurine a scuola e ne ha scambiate un po’, ma il contributo decisivo al completamento della collezione sta arrivando da Sticker Manager, un sito specializzato sullo scambio di figurine a livello mondiale. Ci sono quasi centomila utenti registrati, la maggior parte da Germania, Austria e Svizzera (e infatti alcune parti dell’interfaccia sono solo in tedesco), e l’abbiamo scelto perché ci sono parecchi utenti lussemburghesi e lo scambio delle figurine per posta è rapido ed efficiente.

L’altra sera abbiamo provato a cercare utenti in Lussemburgo e abbiamo lasciato che il sistema creasse gli abbinamenti tra figurine doppie e mancanti, poi abbiamo proposto gli scambi e preparato le buste con le doppie e oggi sono arrivate le prime figurine.

E il bello è che questa interazione con collezionisti lontani (aspettiamo una busta da Hong Kong), questa dimensione virtuale delle figurine, non ha tolto niente al piacere del “celo, celo, manca” che resiste da decenni. Anzi, domani c’è un mercatino per lo scambio di figurine in un grande centro commerciale di Lussemburgo…

Annunci