Tag

, , , , , ,

Oggi si svolge la cerimonia della consegna del premio Nobel per la pace al dissidente cinese Liu Xiaobo. Liu non ci sarà, è in prigione in Cina, e nessuno ritirerà il premio al suo posto, né un familiare, né un amico. In precedenza era successo una sola volta, nel 1935, quando il premio era stato assegnato al giornalista pacifista tedesco Carl von Ossietsky.

A Oslo mancheranno anche i rappresentanti di diversi paesi. Spiccano la Russia, di cui l’Italia è grande amica, diversi paesi arabi, tra cui l’Egitto, e il Kazakistan, il cui presidente, Nursultan Nazarbayev, è un grande amico del nostro presidente del Consiglio.

Niente da dire, in politica estera l’Italia è proprio un gigante.

Annunci