Tag

, , ,

Nel suo post di oggi, Lucio Bragagnolo parla delle critiche rivolte ai più recenti prodotti Apple (non si possono smontare, l’utente non può ripararli) e fa un confronto con i motori delle automobili.

Io ho una Peugeot 5008 che ha poco più di un anno. Quando giro la chiave per avviarla, appare una scritta che mi informa che il livello dell’olio è a posto. Quando piove i tergicristalli partono da soli, quando c’è poca luce si accendono i fari. Il Cruise Control mantiene una velocità fissa e mi permette di staccare il piede dall’acceleratore e rilassarmi (oltre a evitare le multe per eccesso di velocità). Il “piacere di guida” non ne risente minimamente. Anzi, dopo avere guidato per qualche giorno un’auto con il cambio automatico, rimpiango di non averlo anch’io. Uso l’auto per quello che è, sono contento che faccia così tante cose da sola e non sento il bisogno di smontarla.

Il fatto è che c’è sempre stato, e ci sarà sempre, chi sa smontare e rimontare un motore, o metterci un carburatore diverso perché secondo lui va meglio. C’è sempre stato, e ci sarà sempre, chi sa smontare e rimontare un computer, sostituendo la scheda video con una che gli permette di giocare meglio. Il problema è che non ho mai sentito un meccanico abile prendere in giro chi non sa neanche controllare l’olio. Chi invece mette le mani nei computer (e di conseguenza ragiona solo per specifiche) guarda il resto del mondo dall’alto in basso.

Annunci