La regola e l’eccezione

Lunedì sera ho visto Aniello Arena a Che tempo che fa. Per chi non lo sapesse, Arena è il protagonista di Reality, il film più recente di Matteo Garrone. Sempre per chi non lo sapesse, Arena sta scontando una condanna all’ergastolo per una strage di camorra del 1991.

Arena recita da tempo in una compagnia teatrale costituita interamente da detenuti. “Mi sento di dire ai ragazzi di andare a scuola, di studiare, di avvicinarsi al’arte. Mi capita sempre di pensare di essere nato due volte, che il teatro e il cinema mi hanno partorito di nuovo”, ha detto nel corso del suo intervento.

Come dice l’articolo 27 della Costituzione, “Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.” Purtroppo il caso di Aniello Arena sembra essere un’eccezione, mentre dovrebbe diventare la regola.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...