Tag

, , , , , , , ,

Durante le primarie del centrosinistra Renzi era il diavolo. Poi, quando i sondaggi dicevano che Bersani perdeva consensi, è diventato l’icona da portare in giro nei comizi. Poi è tornato a essere il diavolo.

Bersani ha fatto la corte al M5S ricevendone solo schiaffi. Ha insistito, ha tirato fuori gli otto punti, si è prestato alla pantomima dello streaming. Altri schiaffi. Poi il M5S ha proposto un candidato accettabile e ha fatto capire chiaramente che avrebbe anche fatto concessioni sul governo. A quel punto Bersani ha cambiato idea e ha ceduto a Berlusconi, scegliendo un candidato che non piace a mezzo PD.

Magari adesso Marini non verrà eletto subito, si cambierà idea e si voterà Rodotà, o Amato, o chissà chi. Alla fine aveva forse ragione Alessandro Fullin, su Twitter: “Non capisco perché tra i tanti nomi che girano non ci sia quello di Moira Orfei.”

Annunci