Tag

, , , , ,

Mi scrive Amazon:

Vogliamo informarti che stiamo aggiungendo i brani dei 9 CD che hai acquistato su Amazon alla tua libreria. Questo significa che le versioni MP3 di questi brani sono ora disponibili per la riproduzione o il download da Cloud Player nella playlist “Acquistati”.

Segue un pulsantone verde con la scritta “Avvia Cloud Player”. Premo il pulsantone e si apre una pagina del browser in cui mi si chiede se voglio scaricare l’app Cloud Player (il tutto avviene su iPhone). Scarico l’app aspettandomi di trovare già la musica, ma non c’è niente. Ci sono però alcune indicazioni:

1. Visita il sito Web Amazon Cloud Player mediante il computer.
2. Importa musica.
3. Tocca il tasto “Aggiorna” per visualizzare la musica importata.

Passo su Mac ed eseguo. Scrivo Amazon Cloud Player in Google e clicco sul primo risultato. Il sito che si apre, però usa Flash, che ho disabilitato su Safari, per cui apro Chrome. Scrivo nome utente e password e vengo rimandato sul sito americano, in cui devo reimmettere la password. Finalmente arrivo a Cloud Player, solo per scoprire che Chrome non è tra i browser supportati.

Scarico Flash e lo installo, quindi torno su Cloud Player con Safari. Musica non ce n’è e mi guardo intorno per capire se devo fare qualcosa. Ci sono due pulsanti, ognuno dei quali invita a cliccare per importare la musica. Ovviamente clicco e mi trovo davanti una finestra che mi informa che, per importare la musica, devo scaricare Amazon Music Importer. Scarico.

Quando provo a installare, però, scopro che è necessario Adobe Air. Prima di procedere mi informo meglio e scopro che Amazon Music Importer serve solo per importare musica già presente sul computer, mentre i CD acquistati dovrebbero essere disponibili automaticamente. Decido di aver già usato abbastanza tempo e lascio perdere, convinto che prima o poi i brani arriveranno.

La mail di Amazon è del 9 luglio. Oggi è il 26 e ancora non ho nessun brano. Prima o poi contatterò il servizio clienti di Amazon, ma mi chiedo perché abbiano scritto “stiamo aggiungendo i tuoi brani” quando questo evidentemente non era vero. Inviare una mail solo a operazione completata pareva brutto?

Annunci