Tag

, , , , , , , , ,

Siamo reduci da una vacanza itinerante in Germania, prevalentemente in Baviera. La vacanza non sarebbe stata possibile senza il navigatore e senza l’ausilio di iPhone e di alcune app. Meglio: la vacanza sarebbe stata possibile, ma avrebbe richiesto molto più lavoro di programmazione prima della partenza. Così, invece, potevamo scegliere giorno per giorno cosa fare e dove fermarci.

Per prenotare gli alberghi abbiamo usato Booking. La scelta di alberghi è vastissima ed è possibile trasferire la prenotazione nell’app Passbook per averla sempre disponibile, anche offline. L’unico aspetto negativo è la rigidità delle offerte: abbiamo viaggiato per un po’ in quattro e poi in tre e abbiamo constatato che in alcuni casi Booking propone camere matrimoniali che possono però essere trasformate in triple, ma solo contattando direttamente l’albergo e facendo aggiungere un letto. Per lo stesso motivo non abbiamo potuto usare Trivago, che elenca solo camere singole o doppie, obbligando sempre a chiamare l’hotel. È una scelta che ci avrebbe fatto perdere troppo tempo, dato che prenotavamo giorno per giorno.

Per cercare gli alberghi della catena Ibis, invece, occorre l’app omonima. In Europa esistono parecchi hotel Ibis Budget, che offrono sistemazioni di buon livello a un prezzo ragionevole. Anche qui tutto bene, se non che non si riesce a selezionare la colazione e occorre poi segnalarlo al banco del check-in.

Abbiamo anche dornito in una camera, trovata con l’app Airbnb. In questo caso la ricerca è stata un po’ farraginosa: si inserisce la destinazione senza poter precisare altro, poi si ottiene una lista di offerte da filtrare indicando il numero di persone e la data di arrivo. Anche così, però, è capitato che l’elenco presentasse camere in realtà non più disponibili perché già prenotate.  L’integrazione con Passbook invece non ha funzionato, per quanto sia presente il pulsante per trasferirvi la prenotazione.

Nessun problema invece con Yelp, che abbiamo usato per trovare i locali i cui andare a mangiare. Ovviamente, essendo all’estero, occorre trovare una rete wi-fi cui appoggiarsi, ma non è stato particolarmente difficile. Abbiamo trovato le recensioni affidabili e precise e, quando ci siamo affidati alle indicazioni di Yelp, ne siamo sempre stati più che soddisfatti.

Ovviamente si tratta di opinioni personali. Credo però che possano essere utili anche ad altri che in questi giorni si apprestano a partire per le vacanze.

Annunci