Tag

, , ,

I nuovi iPhone 5S sono provvisti di una tecnologia chiamata TouchID, che permette di autenticare il proprietario grazie alle sue impronte digitali.

Un gruppo di hacker tedeschi, Chaos Computer Club, dice di avere violato la sicurezza del sistema. I soliti siti che si fermano ai titoli si buttano a pesce sulla notizia, non vedendo l’ora di sbeffeggiare Apple.

Poi uno va a leggere meglio e scopre che gli hacker hanno fotografato l’impronta digitale a 2.400 dpi, l’hanno stampata con una laser a 1.200 dpi su un foglio trasparente intervenendo sulle impostazioni del toner, cospargendo poi la stampa con latex rosa o colla da legno bianca.

Praticamente, se vogliono rubare un iPhone devono prima fotografare le impronte digitali del proprietario. In effetti, rispetto a tagliare il dito è un bel passo avanti.

Annunci