Tag

È ripresa la telenovela degli abbonamenti Trenord. Sabato primo ottobre ho acquistato online il mensile per i miei figli e il giorno stesso sono passato dalla stazione per convalidarli, secondo la bizzarra prassi di Trenord, di cui ho già parlato.

La macchina che emette i biglietti, l’unica in tutta la stazione, che è una delle principali della tratta, dice che le tessere sono vuote, che non ci sono abbonamenti registrati, e inizia la procedura per pagare l’abbonamento. Lo sportello è chiuso, per cui non posso chiedere informazioni. Ovviamente non procedo.

Eppure è arrivata la mail di conferma degli abbonamenti. La leggo e scopro che

l’acquisto on-line da lei effettuato si è concluso con esito positivo.
I dispositivi di ricarica automatica, situati presso la stazione di TRADATE, saranno abilitati al caricamento del suo nuovo contratto a partire dal giorno 02/10/2016 e fino al giorno 06/10/2016

Ecco l’inghippo: ho pagato il primo ottobre, ma non si può convalidare, e quindi viaggiare, fino al giorno dopo. Trenord si prende un giorno, paghiamo per 31 ma viaggiamo solo 30.

Inutile dire che il giorno dopo, domenica 2 ottobre, la macchinetta è fuori servizio e lo sportello è ancora chiuso.

Annunci