Tag

,

È arrivato anche giugno, il che significa che non si deve più fare l’abbonamento mensile a Trenord per i figli che vanno a scuola. In sé non sarebbe una grande notizia, se non fosse che per tutto l’anno scolastico mi sono portato dietro una domanda a cui non ho trovato risposta.

Ci sono tre modi per fare un mensile Trenord. Il primo è quello antico: si va in stazione, ci si rivolge allo sportello e si consegna la tessera, dopodiché ci pensa l’addetto. Il secondo è un po’ meno antico: si va in stazione e si carica l’abbonamento sulla tessera tramite la macchina emettitrice, pagando in contanti, con bancomat o carta di credito.

Il terzo modo è quello che dovrebbe essere più semplice: si fa tutto online. Basta andare sul sito di Trenord e si può decidere se pagare con carta di credito o PayPal, dopodiché dovrebbe essere tutto a posto. Invece no, perché prima di poter viaggiare bisogna comunque passare dalla macchina emettitrice e inserire la tessera in modo che l’abbonamento sia convalidato e la macchina rilasci la ricevuta del pagamento. Peraltro, la conferma dell’abbonamento arriva due volte per email, una volta da PayPal e un’altra dalla stessa Trenord. Perché allora bisogna ripassare dalla macchina e convalidare di nuovo qualcosa di cui abbiamo già una doppia conferma?

Annunci